Ludicamente, 5^ edizione.

di estratto da mantova.com

Nella "città dei festival" e della cultura, dell'attenzione all'arte e alla tradizione torna per il 2007 LudicaMente, Fiera del Gioco Non Tecnologico in Mantova.
Una manifestazione dedicata agli appassionati del gioco da 0 a 99 anni che sanno divertirsi lasciando spenti televisione e computer. Un appuntamento imperdibile per giocatori e curiosi che vogliano avvicinarsi all'universo ludico senza tecnologia nel modo più diretto e coinvolgente: giocando.
Ludicamente è un vero e proprio "laboratorio a cielo aperto" che regala alla città un'atmosfera di gioco e fantasia unica. Nel 2003 l'Unesco ha ufficialmente dichiarato il gioco tradizionale patrimonio dell'umanità in quanto bene immateriale. Un valore che LudicaMente, punto d'incontro di diverse realtà ludiche italiane, cerca di portare anche a Mantova.
LudicaMente 2007 si terrà nel centro storico di Mantova (Palazzo della Ragione, Piazza Erbe, Piazza Mantegna, Piazza Broletto, Piazza Concordia e zone limitrofe) il 28, 29, 30 aprile e 1 maggio 2007. Forti del successo ottenuto lo scorso anno con oltre 30 mila persone attirate a Mantova, anche quest'anno LudicaMente presenterà numerose novità legate al mondo del gioco nell'accezione più ampia del termine

GIOCARE L'ARTE
A LudicaMente è il gioco il protagonista assoluto della manifestazione. Gioco "disponibile" e "giocabile" da tutti a cielo aperto. Senza limiti d'età, senza i limiti quotidiani che ci vogliono avvocato, commercialista...
In questo spirito, per l'edizione del 2007 il Comitato ha pensato di regalare alla città, nelle piazze più belle e rappresentative del centro storico, alcune installazioni giganti rappresentanti giochi antichi e tradizionali realizzabili anche a casa. Più giganti degli ormai celebri "giochi giganti", le installazioni saranno a disposizione di tutti coloro che vorranno provarle liberamente per oltre un mese fino all'inizio di LudicaMente 2007.

I GIOCHI GIGANTI
Dopo l'incredibile successo ottenuto al loro debutto in piazza con LudicaMente 2006, anche quest'anno i giochi giganti saranno protagonisti della 4 giorni mantovana. Verranno riproposti i giochi dello scorso anno (Motel, Shangai, Domino, Formula LM e Scacchi) con alcune "novità". Sempre in versione "10 volte maggiore" degli originali, proprio per stare al centro di una piazza o in mezzo ad una strada. Un assaggio? "Vinci 4", una griglia di gioco di oltre un metro e mezzo, pedine da 50 cm di diametro.

I PROTAGONISTI
Giochi dimenticati
Questa branca propone attività rivolte ad un pubblico molto vasto, principalmente identificabile in due poli: i bambini di una volta che, da adulti, rivivono le competizioni della loro infanzia e i piccoli e i giovani di oggi che si accostano a queste attività, per loro nuove e mai sperimentate prima, con l'entusiasmo della scoperta. Sono i giochi semplici, quelli dei nostri nonni come biglie, tappini, salto della corda e figurine.
Giochi di carte
I giochi di carte, come la briscola o il bridge, appartengono alla tradizione popolare fin dal '700. Ancora oggi diffusi e apprezzati in molti circoli ricreativi, raccolgono, attraverso le federazioni che si occupano della loro diffusione e della loro tutela, i consensi di numerosi appassionati.
Giochi da scacchiera:
Dagli antichissimi e tradizionali scacchi, alla dama fino a forme di gioco da scacchiera meno conosciute come il Mah-Jong. Questi giochi, oltre ad essere appassionanti per i partecipanti, danno la possibilità a chi non ne conosce le regole, di assistere a spettacolari dimostrazioni con maestri e campioni.
Giochi da tavolo:
Dai "classici" come Risiko! alle ultime novità come "I coloni di Catan", gioco tedesco che sta diventando rapidamente sempre più popolare. La struttura non cambia: un tabellone costituisce il terreno di gioco sul quale personaggi e pedine si muovono per raggiungere l'obiettivo finale. A cambiare sono, invece, ambientazioni e trame.
Giochi di ruolo
a) Giochi di ruolo
E' dimostrato che il gioco di ruolo è strumento di arricchimento per la fantasia ed è sempre più utilizzato anche come strumento didattico. I giocatori, guidati da un arbitro chiamato anche narratore o master a seconda del gioco, devono interpretare un personaggio ed affrontare gli enigmi e le difficoltà che si presentano loro lungo il percorso usando l'ingegno ed il gioco di squadra. Lo svolgimento avviene attorno ad un tavolo e, come strumenti di gioco, vengono utilizzati soltanto dadi, carta e matita.
b) Giochi di ruolo live
Trasposizione "dal vivo" del gioco di ruolo, questo settore fa vivere in prima persona le avventure del proprio personaggio. Armati di spade in lattice ed incantesimi di carta i giocatori sono chiamati ad affrontare in prima persona le imprese che normalmente si immaginano attorno ad un tavolo di gioco.

6. Giochi di carte collezionabili:
I giochi di carte collezionabili rappresentano una recente evoluzione del classico gioco di carte. Come succedeva una volta per le figurine, sono acquistate in buste dal contenuto casuale e poi scambiate tra gli appassionati. Le partite si svolgono, nei giochi come "Yu-Gi-Oh!" o "Il Signore Degli Anelli", seguendo la logica dei soggetti, generalmente letterari, che hanno ispirato il gioco stesso (battaglie tra mostri, percorsi da creare e percorrere). In "Magic", invece, il più affermato tra questi giochi, non vi è una precisa fonte di riferimento (non esistono racconti, romanzi o fumetti da cui il gioco tragga ispirazione) e le meccaniche di gioco sono in continua evoluzione.

7. Giochi di miniature tridimensionali
Eserciti di elfi contro nani, marines spaziali contro alieni mostruosi, soldati napoleonici contro i prussiani. Tutto questo ricostruito attraverso miniature dipinte dai giocatori. In fantastici scenari appositamente preparati, attorno a tavoli di misura predefinita, i giocatori interpretano il ruolo di strateghi di questi eserciti che si scontrano tra loro.

I LUOGHI DI LUDICAMENTE
Come per le precedenti edizioni, LudicaMente trova la sua perfetta collocazione nei palazzi storici e nelle piazze del Centro Storico di Mantova. La manifestazione si snoda su un percorso tra gli angoli caratteristici della nostra città consentendo di coniugare il gioco alla riscoperta dei luoghi più belli del Centro Cittadino.
Palazzo della Ragione, Piazza Erbe, Piazza Concordia, Piazza Broletto, il Salone dell'Ex Convento Benedettino e Piazza Mantegna costituiscono il nucleo della Fiera del Gioco non Tecnologico. Altre vie o piazze adiacenti, appositamente o ordinariamente chiuse al traffico, possono essere aggiunte all'elenco per espandere la zona di gioco.

LA FIERA SOSTENIBILE:
Promuovere l'idea di uno "sviluppo sostenibile" in città significa provare a rendere le città stesse più vivibili, più sane, più piacevoli, più belle, più umane per tutti. E Mantova ne è un esempio di prima qualità. Ma non solo. "Sostenibilità" vuol dire anche quotidianità, recupero degli spazi. Il ritmo del vivere contemporaneo riduce gli spazi della città a luoghi di passaggio; diventano così un semplice sfondo di un andare quotidiano. La strada non è più luogo di scambio, di incontro di animazione della città (come nel passato), ma luogo dove transitare.
La volontà di LudicaMnete è proprio quella di andare, senza mezzi termini, contro-corrente. Riappropriarsi, anche se per soli 4 giorni, di quegli spazi che un tempo erano teatro di "sfide" ludiche, erano il campo di gioco di centinaia di bambini.
Trasformare piazza Erbe, centro della vita cittadina, in un imponente campo da s-ciancol. Piazza Mantegna, proprio ai piedi di Sant'Andrea, vedrà sorgere nuovi palazzi e nuovi elementi architettonici: quelli dei giochi giganti. Così come nella scorsa edizione che ha visto oltre 25mila visitatori.

LUDICAMENTE 2007
Dal 28 aprile al 1 maggio
Mantova - Vie e piazze del centro

 




Articolo postato in data 04/04/2007 da estratto da mantova.com

Promozioni

Pupitre 18

Ghiotti stuzzichini e bottiglie di qualità.
La flebile luce della candela crea un'atmosfera che invita al relax e alla conversazione ...

Mantova(MN)
tel.

Pupitre 18